Il pedale di risonanza

pedale di risonanza pianoforte - sustain


A cosa servono i pedali del pianoforte? Scopriamolo insieme!

I pianoforti hanno due o tre pedali (ed in qualche caso anche 4 pedali). Il pedale più utilizzato è il pedale che si trova a destra chiamato “pedale di risonanza” (anche chiamato “pedale di destra” o “pedale del forte”).

Il pedale di risonanza, quando viene premuto, solleva gli smorzatori delle corde, consentendo a queste ultime di vibrare liberamente. Questo pedale serve quindi a sostenere i suoni prolungandone la durata nel tempo. Non a caso viene anche chiamato sustain.

Il pedale centrale (nel caso di pedaliera con 3 pedali) o il pedale di sinistra (nel caso di pedaliera con 2 pedali) si chiama “Pedale tonale” (o Sordina).

Questo pedale interpone un feltro fra la cordiera ed i martelletti producendo un suono meno intenso.



Il pedale di sinistra (nel caso di pedaliera con 3 pedali) si chiama “Pedale del Piano” (o pedale “Una corda”). Il pedale “Una corda” fu inventato nel 1722 da Bartolomeo Cristofori, che realizzò anche il primo pianoforte!

Nei pianoforti verticali la martelliera viene avvicinata alle corde provocando una corsa minore per i martelletti che di conseguenza producono una minore intensità del suono.

Il quarto pedale del pianoforte

Ad esempio il modello FAZIOLI F308 É dotato di un pedale aggiuntivo o quarto pedale inventato da FAZIOLI che dà la possibilità di ridurre ulteriormente il volume del suono senza modificarne il timbro.

La tecnica del pedale

Il pedale va premuto con il piede destro senza staccare il tallone dal pavimento.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *